"¿Sabe usted cómo escribo yo mis cuentos? -le dijo a Korolenko, el periodista y narrador radical, cuando acababan de conocerse- Así." Echó una ojeada a la mesa -cuenta Korolenko- tomó el primer objeto que encontró, que resultó ser un cenicero, y poniéndomelo delante dijo: " Si usted quiere mañana tendrá un cuento. Se llamará El cenicero."Y en aquel mismo instante le pareció a Korolenko que aquel cenicero estaba experimentando una transformación mágica: "Ciertas situaciones indefinidas, aventuras que aún no habían hallado una forma concreta, estaban empezando a cristalizar en torno al cenicero". V.NABOKOV/ Chéjov

"¿Has visto alguna vez un montaje realmente hermoso de, digamos, "El jardín de los cerezos"? No me digas que sí. Nadie lo ha visto. Puede que hayas visto "montajes inspirados, montajes eficaces", pero nunca algo hermoso. Nunca una versión en la cual todos los que salen al escenario estén a la altura del talento de Chéjovè, matiz por matiz, carácter por carácter."-J.D.Salinger

***Anton Chéjov según Natalia Ginzburg y Vasili Grossman

martes, 8 de junio de 2010

Dante/ Italiano para niños y principiantes

.
                       


IL VIAGGIO DI DANTE
un'avventura infernale


1
Nel mezzo della notte Dante guardò
il pupazzo Virgilio, e cosi gli parlò.

"Virgilio, gli disse "star qui non mi va,
sempre sgridato da mamma e papà.

"Dante -mi dicono- sei troppo cattivo!"
Macché, sono solo supercreativo!"


2
Dante aprì la finestra e fuori saltò,
si mise in spalla Virgilio e di lì se ne andò.

Cammina cammina, lontano arrivò.
"Dove siamo finiti?" d' un tratto esclamò.

"Virgilio, accidenti, ci siamo smarriti!"
Della loro avventura eran già un po' pentiti.


3
Eccoli adesso in una selva oscura,
e il buio è tale da fare paura!

Dante frena, e poi trema: "Meglio di no.
Entrare lì dentro? Io no, non ci sto."

"Dai, dice Virgilio "ti manca il coraggio?
Pensavo volessi far questo viaggio."


4
Appare un demonio con occhi di bragia,
vien verso di loro con aria malvagia.

"Osate passar questo fiume ben triste?
Vendrete qui cose finora mai viste.

Osservate, e imparate da questi cattivi
se volete tornare nel mondo dei vivi."

5
Esce dal fango una bestia feroce
che ringhia a che ghigna nel modo più atroce.

Che orrore! Che mostro! Com'è spaventoso!
È pronto mangiare chi è troppo goloso.

"Oh no!" dice Dante, ormai disperato.
"Saprà che io mangio tutto quel cioccolato?"

6
"E questi chi sono?" chiede Dante allarmato.
"Dimmi, Virgilio, ma l'han meritato?"

"Sono gli avari e tengon tutto per sé,"
"Lo dici di loro,ma lo pensi di me?"

Spostare quei sassi, com'è faticoso!
Che peso schiacciante, se non sei generoso."

7
"E questi sono quelli assai negativi:
si arrabbiano troppo e senza motivi.

Chi scatta e si scalda quand'è qui vede nero:
se ti sporgi di più scoprirai com'è vero.

Adesso i capricci gli servono a poco.
Qui vanno in fumo parole di fuoco."

8
Incontrano adesso persone violente.
dall'anima troppo, troppo bollente.

"Dante", dice Virgilio "veniamo ora al sodo:
chi ha fatto del male cuoce qui nel suo brodo.

Se ferisci gli amici ferisci te stesso.
Quindi calmati ora, sennò sarai lesso."

9
"Questi che vedi hanno molto mentito.
Sono tutti bugiardi e nesunno è pentito."

"Io no, io non mento! Invento, così.
Non dirmi che posso anch'io finir qui."

"Storielle, fandonie, frottole, frodi:
son solo menzogne chiamate in più modi."

10
Arrivano adesso in un freddo postaccio
dove turro e tutti son coperti di ghiaccio.

Di fronte a costoro, un dubbio lo prende.
Gelare nel ghiaccio da cosa dipende?

"Se manca l'amore manca sempre il calore,
e il freddo raggiunge il profondo del cuore".

11
"Virgilio, ho capito, i miei han ragione,
e questo viaggio servirà di lezione.

Da oggi io smetto di fare il cattivo.
Voglio essere buono e più comprensivo.

Torniamo a casa!" dice Dante, deciso.
"In confronto a costi lì sto in paradiso."

12
Eccoli a letto a sognar cose belle,
mentre in cielo sorridon, felici, le stelle.




Virginia Jewis y otros, Il viaggio di Dante, Ediciones Mandragora, Firenze,2008

No hay comentarios: